Definire la prima metà di questo 2020 è difficile. Trovare una definizione poi è letteralmente impossibile. Abbiamo cominciato quest’anno con grandi progetti e aspettative: 4 nuove aperture a Roma e tante novità per portare la nostra cucina in tutta Italia.

Poi è scoppiata la pandemia e di colpo il mondo è cambiato. Abbiamo messo tutto in stand by: progetti, le nuove aperture, tutti i nostri sogni, e abbiamo aspettato. Così dopo due mesi di duro lavoro, di pazienza e collaborazione, siamo riusciti a entrare nella fase 2, pronti a ricominciare.

Non sapevamo cosa aspettarci: il mondo, le persone, tutto quanto è cambiato. Bisognava perciò cambiare con voi. Ci siamo rimboccati le maniche, abbiamo sanificato i nostri locali da cima a fondo, abbiamo trovato nuovi accordi con i partner di sempre fino a creare nuove strategie per permettere all’intera famiglia di Odoroki di ripartire.

Ricominciare quindi è stata la parola d’ordine: #restart. Ricominciare da noi, dalla nostra cucina… ma soprattutto da voi. Per anni siete stati voi a sceglierci, ma adesso tocca a noi regalarvi una nuova esperienza nel rispetto, non solo dell’ambiente per cui abbiamo tanto lottato, ma anche della vostra sicurezza, della sanità nazionale, e delle nuove normative del nostro paese. Abbiamo deciso di collaborare al 100% con i nostri delivery, creando e sperimentando nuove ricette da poter gustare anche casa come nei nostri locali, per condividere con voi e i vostri amici le migliori ricette della tradizione asiatica.

E non è tutto. Abbiamo deciso di aprire i locali in stand by (Odoroki di Via Bergamo sarà il prossimo) e di riaprire i nostri locali storici: da Odoroki Porta di Roma a Odoroki Roncadelle, da Odoroki Assago a Odoroki Arese, per tornare passo a passo verso una nuova quotidianità, cercando di prendere il massimo da questi enormi cambiamenti, nel rispetto di tutti voi e dei nostri ragazzi.

C’è ancora tanto lavoro da fare, certo, ma oggi possiamo finalmente dirlo, più forte che mai: siamo aperti. E vi aspettiamo.